KEELCRAB PRO 2024 VERSION: NUOVO RESTYLING CON CARATTERISTICHE E MIGLIORAMENTI ENTUSIASMANTI

Aprile 2024, la stagione è alle porte e siamo pronti a lanciare 4 importantissimi aggiornamenti tecnici e meccanici sui droni marchio Keelcrab con la finalità di miglioramento delle capacità meccaniche dei droni in virtù di una sempre più crescente necessità di hull maintenance in stagioni sempre più calde.

 Gli aggiornamenti coinvolgeranno 4 aspetti 

  1. Chassis spazzola motorizzata
  2. Aggiornamento software di controllo macchina 
  3. Assetto idrostatico 
  4. Dischi spazzolatura

Chassis spazzola motorizzata: cosa abbiamo migliorato?

Il carrello spazzola motorizzata arriva al suo primo  restyling presentandosi oggi come un accessorio sempre più “industrial” dalle prestazioni e resistenze più elevate. Grazie ad un dispendioso lavoro “certosino” di studio di interassi riduce al minimo gli sprechi di corrente di sistema aumentando sensibilmente l’efficienza. 

SPAZZOLA MOTORIZZATA APRILE 2024: CHASSIS COMPLETO
SPAZZOLA MOTORIZZATA APRILE 2024: CHASSIS COMPLETO

Più potenza: Il motore di movimentazione spazzole è stato maggiorato a 24 volt con 100 giri minuto effettivi alla spazzola

La gestione della coppia motrice avviene  tramite firmware custom atto a preservare il motore da eventuali spike di corrente e garantire l’integrità meccanica in caso di blocco accidentale

Più efficienza: nuova trasmissione con cinghia dentata garantisce maggiore coppia e velocità di rotazione delle spazzole

Nella prima release di spazzola motorizzata, per ottenere la contro rotazione dei dischi furono utilizzate cinghie tonde poliuretaniche (sistema smart ed ancora oggi utilizzato su alcuni veicoli in ambito industriale). Le cinghie tonde poliuretaniche  però, pur garantendo un’alta resistenza,  avevano la necessità di lavorare a un tensionamento elevato per garantire sufficiente coppia motrice ed evitare slittamenti; tali tensionamenti incrementavano notevolmente la corrente a scarico di sistema (quella quantità di corrente necessaria per muovere “a banco” tutto il corpo spazzola). 

A valle di questa nuova ingegnerizzazione basata su cinghie tonde passo XL e rimandi meccanici,  si è verificato un incremento di efficienza di oltre il 27,8%; questa  energia e potenza ora è tutta disponibile al disco spazzola per le attività di pulizia e spazzolatura. Inoltre, la coppia nominale del motore è esattamente la risultante in punta di setola (in quanto non vi sono perdite dovute a slittamenti alcuni).

Nuovi alberi di trasmissione in inox-316

Nella prima release di spazzola anche gli alberi motore (come tutto lo chassis) veniva realizzato sinterizzato (caricato vetro), sistema ottimo per libertà costruttiva e resistenza ma ovviamente non comparabile alle proprietà meccaniche dell’acciaio inossidabile 316 decisamente più resistente, longevo e specialmente nelle sezioni filettate garantisce un numero illimitato di montaggio / smontaggio dei corp  spazzola.

Aggiornamento software di controllo macchina: migliore spinta!

L’incremento dell’efficienza della spazzola motorizzata è stato il fulcro della progettazione del nuovo software di controllo macchina. Il ragionamento progettuale ci ha portato a incrementare la funzione media (di tutti i parametri macchina) spingendoci in direzione di efficienza paretiana, infatti l’energia “risparmiata” dal nuovo sistema di spazzolatura è stata quindi messa a disposizione principalmente per la pompa di suzione che guadagna un 7,4% di spinta assoluta  in termini di forza risultante del robot contro la superficie della carena (il tutto NON variando la corrente globale di sistema). 

Il nuovo firmware inoltre è stato progettato con la prerogativa di controllo in corrente di tutti i motori che risultano oggi puntualmente misurati in performance centinaia di volte al secondo (da appositi componenti di elettronica aggiuntivi presenti in scheda di controllo macchina) e gestiti secondo una logica prudenziale per cui viene tagliata la potenza (prudenzialmente) in eventuale presenza di spike di corrente (positivi o negativi). Questo passaggio generazionale verso un’elettronica di sistema più efficace ed efficiente è assimilabile all’avvento dell’ESP nel settore automobilistico e consentirà una riduzione drastica di possibili guasti e rotture già oggi molto rari (nell’ordine dell’ 88,5%) in favore di una customer experience sempre più elevata e sempre più al centro dell’attenzione dello sviluppo dei nostri droni.

Migliore end user experience con nuovo set-up dell’assetto idrostatico

Nuovi componenti meccanici sulla spazzola motorizzata (motori e alberi), efficientamento della spinta della pompa, crossando in ambito automotive cosa comporterebbero un incremento (ad esempio) di peso di alcune componenti di un motore supponiamo anteriore (o posteriore) e una relativa variazione di potenza? 

Certamente una revisione della messa a terra del veicolo mediante un nuovo studio dei baricentri e metacentri e del suo assetto relativo; esattamente quello che succede ai nostri keelcrab ovvero aggiornamenti meccanici e modifiche di baricentro passano sempre da una messa a punto dell’assetto idrostatico generale, elemento a volte sottovalutato ma di estrema importanza in quanto vero cuore pulsante della user experience. Se, messo in acqua il robot ed accesa la pompa, il robot non fosse in grado di essere ragionevolmente indirizzato verso la linea di galleggiamento (anche mediante l’aiuto del cavo di alimentazione..)? Se, una volta raggiunta la superficie in carena, al comando “marcia avanti” seguisse un evidente moto traslativo (ad esempio verso la linea di galleggiamento dell’imbarcazione)? 

In questi casi (e molti altri non citati) è evidente che la user experience diminuirebbe a tal punto da rendere noioso o quasi irritante l’utilizzo dei robot; per tali ragioni, sono state investite tutte le ore uomo  necessarie per effettuare lo studio maniacale dei nuovi baricentri e metacentri macchina e relativi ed infiniti test di aggiustamento (in acqua dolce e salata) al fine di trovare la massima efficienza (anche in questo caso paretiana) con finalità di  ottimizzazione della user experience all’end user. 

Varietà dei dischi spazzola, novità importanti in arrivo: 

Per affrontare al massimo una stagione che, sulla falsariga dell’estate 2023, si preannuncia ancora più “calda” (in termini di temperature medie rilevate delle acque dei nostri mari) anche per le spazzole motorizzate, abbiamo  introdotto importanti novità al fine di aumentare il plafond di possibili spazzolature per consentire sempre di più il lavoro più corretto massimizzando la relazione rimozione del fouling / rispetto degli antifouling. 

Qui sotto i  3 tipi di dischi spazzole motorizzate disponibili per keelcrab PRO 2024 restyling (disponibile da Aprile 2024)

SOFT nylon : Disco spazzola in polipropilene sinterizzato ad alta densità e resistenza insetolato nylon diametro 0,8 mm altezza 40 mm. Queste spazzole soft (accompagnate da molla ad escursione lunga, in dotazione) consentono la massima adattabilità e delicatezza di spazzolatura della vostra carena agendo solamente sui primi layer di fouling e alghe riportando l’antivegetativa a contatto diretto con l’acqua e provocando un effetto restart al processo di proliferazione. Adatta in media tra il primo e il terzo mese (da ultima pitturazione di antifouling pre-stagionale).

MEDIUM nylon : Disco spazzola in polipropilene sinterizzato ad alta densità e resistenza insetolato nylon diametro 1 mm altezza 38 mm. Queste spazzole medie (accompagnate da molla ad escursione lunga, in dotazione) consentono un’ottima adattabilità e media capacità abrasiva di spazzolatura della vostra carena agendo sui layer di fouling, alghe e principi di incrostazione riportando l’antivegetativa a contatto diretto con l’acqua e provocando un effetto restart al processo di proliferazione. Adatta in media tra il terzo e il nono mese (da ultima pitturazione di antifouling pre-stagionale)

HARD inox: Disco spazzola in polipropilene sinterizzato ad alta densità e resistenza insetolato inox diametro 0,30 mm altezza 34 mm. Queste spazzole hard (accompagnate da molla ad escursione corta, in dotazione) consentono una buona adattabilità e alta capacità abrasiva di spazzolatura della vostra carena agendo sui layer di fouling formati, alghe e principi di incrostazione in stato avanzato. Adatta in media tra il nono e il quindicesimo mese (da ultima pitturazione di antifouling pre-stagionale)

NUOVE spazzole a doppia insetolatura

L’esperienza maturata e i numerosi test eseguiti per l’implementazione delle 3 tipologie dei dischi spazzola (soft-medium-hard)  ci ha spinto a provare produrre altri  2 dischi sperimentali double-bristle nylon & inox (0,10-molto morbido) con risultati davvero SORPRENDENTI.

Raddoppiare la densità della setola (mantenendo il peso complessivo del disco spazzola in acqua) giocando con lunghezze, diametri e materiali della singola setola ci ha consentito di scoprire nuovi orizzonti di efficienza di spazzolatura. Queste spazzole risultano adattissime per lucidare ad esempio a specchio una carena di un’imbarcazione pre-regata (nylon) o rimuovere principi di corallino e incrostazioni (inox) incrementando l’efficienza di pulizia ma perfettamente rispettando l’integrità fisica dei layer di prodotti antivegetativi. Già ordinabili (con 4 settimane di consegna) e pronte all’inserimento in catalogo entro il terzo trimestre 2024.

Tabella dei Contenuti

Leggi anche

Login

Lingua